Corsi per il conseguimento delle qualifiche operativo – professionali di istruttore di tiro, di tecniche Operative, di guida e di difesa personale.

Corsi per il conseguimento delle qualifiche operativo – professionali di istruttore di tiro, di tecniche Operative, di guida e di difesa personale.

OGGETTO: Corsi per il conseguimento delle qualifiche operativo – professionali di istruttore di tiro, di tecniche Operative, di guida e di difesa personale.

L’esigenza di armonizzare “l’iter ammirfistrativo di accesso ai corsi di qualificazione
per istruttori – di tiro, di tecniche operative, di difesa personale e di guida – con le aspirazioni dei
dipendenti delle articolazioni dipartimentali e territoriali della Polizia di Stato e con le esigenze di
rendere più incisivo l’aggiornamento professionale, ha indotto questa Direzione a valutare il
percorso procedimentale seguito negli ultimi anni.
Dall’analisi effettuata è d’immediata percezione il trend in ascesa dell’aumento
dell’età media degli Operatori; in particolare, dal 201 5 ad oggi, si è registrata una incidenza del 75%
di dipendenti con un’età compresa tra i 41 ed i 45 anni avviati alla frequenza dei corsi per istruttore…
A tale evidenza si aggiunge il dato, già noto, relativo all’attuale età di coloro che
sono stati qualificati: dei 1280 istruttori di tiro il 48% ha un’età media compresa tra i 50 ed i 60
anni, solo il 7% ha un’età compresa trai 28 e i 39 anni;

I dirigenti degli Uffici/Reparti, pertanto, individueranno i dipendenti da avviare alle
selezioni mediche-attitudinali tra quelli in possesso dei seguenti requisiti generali:

  1.  età non superiore ai 45 alla data di comunicazione del nominativo del dipendente;
    nelle ultime selezioni sono stati dichiarati idonei i partecipanti con più di 40 anni, per i quali
    era stata concessa la deroga al requisito dell’età su richiesta motivata del re3ponsabile
    dell’Ufficio al quale i dipendenti appartengono; tra l’altro, costoro hanno ben superato anche
    le diverse prove intermedie del percorso formativo.
  2. assenza nell’ultimo triennio di sanzioni disciplinari più gravi della pena pecuniaria;
  3. assenza di condanne penali o di procedimenti penali in corso con prowedimento di rinvio a
    giudizio;.
  4. assenza di particolari qualifiche Operativo. – professionali che comportino, in via esclusiva o
    prioritaria, l’espletamento della specifica mansione (ad esempio artificiere, cavaliere,
    conduttore cinofilo, tiratore scelto, pilota/specialista di elicottero ed aereo,
    comandante/motorista navale, sommozzatore, videofotosegnalatore/dattiloscopista, ecc…);
    per la segnalazione di questo personale dovrà essere acquisito, preventivamente, il nulla osta
    delle Direzioni Centrali di riferimento che ne dispone l’impiego dello Specialista.
  5. appartenere ai ruoli ordinari degli Ispettori, Sovrintendenti, Assistenti ed Agenti; in ragione
    di documentate e particolari esigenze dell’Ufficio, potrà essere ammesso personale del ruolo
    direttivo in servizio presso gli Istituti di Istruzione o particolari uffici o reparti;
  6. aver maturato almeno 2 anni di servizio della data della nomina in ruolo;
  7. impegno a permanere almeno un triennio nelle sedi di appartenenza dalla data di
    acquisizione della qualifica;
  8. idoneità psico – fisica connessa alla qualifica Operativo – professionale da conseguire
    accertata dall’Ufficio Sanitario di provenienza. A tal riguardo, è altresì richiesta:
  • idoneità incondizionata al servizio e non essere sottoposti a sorveglianza sanitaria per
    infermità neuro – psichiatrica;
  • armonico rapporto tra peso e altezza;
  • assenza di patologie incidenti sulla funzionalità dell’apparato audio – vestibolare;
  • “visus” naturale secondo le prescrizioni normative…

La circolare

CATEGORIE
PAROLE CHIAVE
CONDIVIDI

COMMENTS